Scuola di specializzazione in psicoterapia

a orientamento psicoanalitico lacaniano

Università Popolare di Psicoanalisi Jacques Lacan - UFORCA

Istituto abilitato ai sensi Art. 3 L. 56/89 - D.M. 31.12.93 - G.U. n. 19 del 25.1.94; adeguamento D.D. 25.5.01 - G.U. n. 160 del 12.7.01 - DIRETTORE SCIENTIFICO: JACQUES-ALAIN MILLER - PRESIDENTE: ANTONIO DI CIACCIA

Sezioni cliniche » Antenna Palermo

Tema dell'anno:

Il luogo del desiderio e l'essere del soggetto. La verità tra sintomo e fantasma

Segreteria Organizzativa

Indirizzo: Via Giovanni Bonanno, 15 - 90143 Palermo
Telefono: 338 7455703
E-Mail: antennapalermo@istitutofreudiano.it

Iscrizione e Quote

La domanda di ammissione va inviata entro il 10 gennaio 2018 alla Segreteria organizzativa. L'iscrizione risulterà effettiva dopo l'accettazione della domanda e il pagamento della quota d'iscrizione.

Quota Intera (tutti i seminari escluso gruppo clinico): €250 - Membri SLP €200 - Studenti €150
Quota Seminario fondamentale: €200 - Membri SLP €150 - Studenti €100
Quota singolo Seminario introduttivo: €150 - Membri SLP €120 - Studenti €70
Quota gruppo clinico: €70 - Membri SLP e Studenti €50

Luogo

Tutte le attività si svolgeranno presso Via G. Bonanno, 15 - Palermo


Modulo di iscrizione

Compila il seguente modulo per inviare la tua richiesta di iscrizione alla Sezione/Antenna scelta.

Sono previsti colloqui di ammissione. L'iscrizione risulterà  effettiva dopo l'accettazione della domanda e il pagamento della quota.

Cosa tiene insieme due persone? E cosa tiene insieme un gruppo o una società? Per quale ragione, anche quando si è soli, c’è sempre un riferimento agli altri? E in che modo un’analisi si struttura in rapporto al fatto che siamo “animali sociali”? Sono alcuni dei possibili interrogativi che Lacan si pone sin dall’inizio ma in modo particolare a partire dalla formulazione di una nozione del tutto particolare: quella di discorso. Questa nozione si inserisce bene nel contesto storico e culturale in cui Lacan vive in quel momento: siamo negli anni della contestazione e nel 1970 Foucault al college de France propone come titolo del suo seminario per l’insediamento come direttore “l’ordine del discorso”.
Da questo momento nel mondo filosofico (soprattutto in quello relativo allo strutturalismo allora imperante) il concetto di discorso viene messo in primo piano. Ma cosa si intende per discorso? Cosa vuol dire “discorso” per la psicoanalisi? E soprattutto, cosa intende Lacan quando parla di un “discorso senza parole”? Gli interrogativi sono parecchi e molto stimolanti, ma risulterà interessante poter lavorare direttamente il testo di Lacan sull’argomento, il XVII seminario, “Il rovescio della psicoanalisi”, in cui introdurrà, appunto, i famosi “quattro discorsi” o, come sarebbe meglio dire, “le quattro strutture di discorso”.

Testo di riferimento

Jacques Lacan, Il Seminario. Libro XVII, Il rovescio della psicoanalisi

Docenti invitati

20 Gennaio 2018 - J.L. GAULT
17 Febbraio 2018 - RICCARDO CARRABINO
20-21 Aprile 2018 - LUCIA D'ANGELO

Orari

Seminario teorico 9.00 - 13:00
Seminario di casi clinici 15:00 - 18.00

 

Gruppo di studio 1
Seminario introduttivo a Freud

Sigmund Freud - Analisi terminabile e interminabile

Tre sono le cose impossibili, scrive Freud in questo testo alla fine della sua vita: educare, governare, psicoanalizzare. Partendo da questo presupposto, Freud passerà in rassegna tutte le possibilità e le difficoltà di portare avanti un’analisi.
Siamo negli anni Trenta e di acqua sotto i ponti della psicoanalisi ne è passata molta. Eppure Freud continua a porsi dei problemi che ci lascia in eredità e che tocca a noi raccogliere e rifondare.

Date

10 Marzo 2018
24 Marzo 2018
5 Maggio 2018
19 Maggio 2018

Orario

9:00 - 13:00

Gruppo di studio 2
Introduttivo a Lacan

Il detto: da chi, attorno a che.
Ascolto di L'Étourdit

L’Étourdit è il titolo di uno scritto superlativamente eccellente di Lacan. In accordo con la sua fonetica, questo titolo va ascoltato come “Les tours dits”. Di che giri si tratta, e attorno a che cosa? Come si legge nella frase di apertura del testo – nella quale si rileva che, dietro ciò che di un detto si intende, occorrerebbe cogliere la presenza e l’azione del soggetto che produce quel dire; “dire” che, oltre a trasmettere un effetto di senso, presenta sempre e comunque l’effetto di un dirsi da parte di un soggetto che, come tale, è desiderante rispetto a qualcosa che opera come oggetto che, in quanto tale, mette in moto il desiderio del soggetto stesso. Detto altrimenti: ciò che si dice, oltre ad essere un dire intorno a qualcosa, è sempre anche l’effetto di un ruotare del soggetto – proprio in quanto desiderante – attorno a qualcosa che lo coinvolge e che ha a che fare con ciò che mobilita il suo desiderio. Tale implicazione è proprio ciò che fonda il dire/dirsi del soggetto in psicoanalisi.
La seconda parte di L’Étourdit, della quale ci si occuperà quest’anno, presenta proprio la struttura topologica – cioè relazionale – della presa del soggetto nel suo dire, che, essenzialmente e in primo luogo, è un dirsi del soggetto in quanto desiderante.
In breve, L’Étourdit è un gioiello testuale che riesce, pur nella sua sinteticità, a presentare ed affrontare la problematica esistenziale del soggetto, che è essenzialmente un soggetto autore e prigioniero della propria ex-sistenza.

Date e Orari

6 Aprile 2018 - ore 15:00-18:00
7 e 8 Aprile 2018 - ore 9:00-18:00

Gruppo di studio per allievi dell'IF
(Gruppo clinico)

Questo Gruppo di studio per gli allievi dell’Istituto Freudiano, specializzandi in psicoterapia, aperto anche a psicologi e medici e studenti in psicologia e medicina, verte sullo studio di casi clinici, ma non è un gruppo di così detta “supervisione”. I
casi, presentati a turno dai singoli partecipanti e commentati da un docente dell’Istituto o un docente incaricato, possono essere relativi alla clinica medica o psicologica, ma la mira è quella di una rilettura nei termini di una clinica “altra” (quale la clinica psicoanalitica in quanto clinica del soggetto) che evidenzi le strutture fondamentali, in particolare la domanda e la messa in questione del soggetto, chiamate in gioco in tali casi, alla luce della scoperta freudiana e dell’insegnamento lacaniano, che a tale scoperta restituisce la sua originaria capacità di sovversione.

Date

10 Marzo 2018
24 Marzo 2018
5 Maggio 2018
19 Maggio 2018

Orari

15:00 - 18:00